Primo sCOOL-Cup dell'anno a Aigle

124 scolari hanno partecipato allo sCOOL-Cup Vaud a Aigle e hanno goduto di condizioni ideali e tempo splendido.

Risultati

Il Parc Aventure, nel vecchio stand di tiro, è stato teatro della zona di partenza e arrivo dello   sCOOL-Cup Vaud sopra Aigle: un posto incantevole. Per alcune squadre però la corsa d’orientamento si è rilevata essere un’avventura di quasi due ore! Questa “spedizione” è stata per diversi di loro una lotta contro rami, radici e carta. La delusione era grande, quando si è raggiunto un punto tra due roccette, convinti che fosse il numero 71, invece era il 64. E sembrava anche deriderli! Il punto corretto era solo 100 m più in là, un pochino più in basso!

La ragazza con la maglietta del portiere italiano Buffon l’ha cercato a lungo, ma lei e la sua compagna erano in buona compagnia nel bosco di Fahy: anche i giovani Iniesta, Torres e Robben erano in giro con carta e bussola. L’equipaggiamento andava da  magliette  Hello-Kitty con eleganti scarpette da strada fino a un abbigliamento semi-professionista, ma in comune avevano tutti una cosa – il divertimento.

Ma nessuno era troppo deluso se non aveva punzonato un punto nell’idilliaco bosco sopra il castello di Aigle, visto il tempo quasi estivo! Due ragazzi felici di aver concluso la loro gara, si sono abbracciati dopo aver tagliato il traguardo! Quando poi hanno sentito che il loro tempo di 26 minuti era eccellente, hanno continuato ad abbracciare Pierre-André Baumgartner, che si trovava sotto un albero vicino all’arrivo, intento a registrare i tempi dei concorrenti. Il suo “ufficio” era alimentato da un generatore e a intervalli regolari stampava le classifiche delle squadre.

I fogli appesi venivano poi studiati attentamente da tutti i ragazzi. I “professionisti” confrontavano le loro scelte e i loro tempi intermedi con quelli di amici. Più squadre finivano la gara, più Pierre-André Baumgartner era occupato, ma sempre con una calma quasi flemmatica produceva le nuove classifiche. Nel frattempo i compagni arrivati incitavano con un tifo da stadio i compagni in arrivo!

Alla fine anche “Robben“ era felice . Il loro tempo valeva il primo posto. Così alla fine ha ricevuto una bella medaglia, ma tutti erano ormai sazi, avendo potuto gustare un ottimo Ice Tea e una barretta Farmer stando beatamente seduti al sole. (Testo Sascha Rhyner/trad. Bea Arn)