Auguri e autografi per Daniel Hubmann


Chi non ha potuto salire sul podio o non ha avuto fortuna quando sono stati estratti i pettorali vincenti con in palio dei premi in natura, ha potuto però portare a casa oltre al premio-ricordo, anche una bellissima esperienza orientistica.

Classifica C.O. nel bosco Ragazzi A
Classifica C.O. nel bosco Ragazze A
Classifica C.O. nel bosco Ragazze e Ragazzi B
Classifica C.O. nel bosco Ragazze e Ragazzi C

Classifica Staffetta Ragazzi A
Classifica Staffetta Ragazze A
Classifica Staffetta Ragazze e Ragazzi B
Classifica Staffetta Ragazze e Ragazzi C

L’ OLG Skandia sotto la regia della presidente e capo-gara, Christine Stalder, hanno invitato le quasi 150 coppie ai campionati cantonali KMS nell’Emmental. Peccato che le scuole di Langnau e delle zone limitrofe abbiano perso l’occasione di correre praticamente fuori dalla porta di casa. In compenso erano ben rappresentate le scuole dello Seeland e con coraggio hanno affrontato le ripide colline dell’Emmental.

Nei piccoli e interessanti boschetti i ragazzi, suddivisi per età in 3 categorie, correvano con la carta Gartegg. Visto che la partenza era più in alto dell’arrivo, dovevano stare attenti quando correvano in discesa di non mancare un punto, perché questo significava risalire. Il tracciatore  Samuel Rettenmund ha tracciato percorsi che richiedevano un’attenta lettura della carta. Dopo essere stati riportati a Langnau tutte le squadre si sono ben rifocillate e poi si sono preparate per la staffetta.

Lo svolgimento della staffetta con partenza e arrivo sul campo sportivo, il passaggio del chip e i due caprioli nei quartieri vicini è stato spiegato dallo speaker Ursli Jordi, quando le due staffette con personaggi famosi, cioè i forti atleti Ellen Reinhard, Thalia Bertschinger, Simon Wenger, erano sul percorso. Il grande assente alla staffetta e alla successiva ora degli autografi uno degli atleti svizzeri più forti al mondo, era Daniel Hubmann, appena operato per la rottura del tendine d’Achille.  Così i ragazzi hanno firmato una maglietta e hanno scritto i loro auguri di pronta guarigione su un rotolone di carta, che è poi stato consegnato a Daniel.

Alla premiazione i complimenti per le prestazioni ottenute e il comportamento correttisismo di tutti i partecipanti è stato dato dagli organizzatori dell’OLG Skandia e dall’OLG Biel-Seeland, da sempre organizzatrice della staffetta.  Ursula Spycher, la “mamma“  del progetto  sCOOL bernese, aspetta già con impazienza, come pure la maggior parte dei ragazzi, la prossima edizione dello sCOOL Cup, che si terrà a Bolligen nel 2013 a fine aprile. (hbj)