Partecipanti motivati allo sCOOL Cup San Gallo


Altstätten, nella valle del Reno, è stato il luogo prescelto per lo sCOOL Cup del canton San Gallo di quest’anno. Nel contempo c’era pure la giornata sportiva cantonale. La C.O. si è svolta con una combinazione di bosco, impianti sportivi e piazzale scolastico, questo richiedeva dall’inizio alla fine  la massima concentrazione da parte dei partecipanti.

pdf Classifica
pdf Classifica con tempi intermedi

Link foto

L’organizzazione era in mano alla società  St.Gallen/Appenzell. Il 9 maggio alle 14.15 è iniziato il famigerato  “3 – 2 – 1 – via!“  per il primo partente. Anche le poche gocce di pioggia non hanno potuto frenare l’entusiasmo dei ragazzi. Alla fine è poi apparso anche un timido sole! 

Famosi collaboratori alla partenza

La prima parte degli 1.9 fino ai  2.8 km dei percorsi era nel “Waldpark”, dove per una volta gli attrezzi del percorso vita non interessavano nessuno. Contavano solo le lanterne rosso/bianche degli orientisti. Per far in modo che la partenza funzionasse bene, alla partenza erano a disposizione  per aiuti, consigli o informazioni  Mirjam Hellmüller (squadra nazionale juniori) und Philipp Sauter (squadra nazionale élite B).

I conti si fanno solo all’arrivo

Nella parte centrale dei percorsi i punti si trovano all’interno dell’impianto sportivo GESA di Altstätten. I partecipanti non hanno trovato difficoltà ad individuare i passaggi tra la piscina, le piste del minigolf e i campi da tennis o di calcio. All’arrivo li aspettavano trepidanti i loro docenti, i genitori  e altri accompagnatori. Loro vedevano gli ultimi 5 punti e già verso le 14.30 sono apparse le prime coppie. A grande velocità schizzavano da un punto all’altro, ma nonostante gli appelli prima della partenza, non tutti hanno sempre controllato bene il codice delle lanterne. Questo errore è capitato sia a orientisti abituali, perciò possibili vincitori e partecipanti alla Giornata Sportiva Svizzera di Zurigo,  sia a orientisti novelli. I vincitori hanno comunque meritato le medaglie che orgogliosamente hanno portato al collo fino a casa!

(Testo e  foto: Mario Ammann, OLG St.Gallen/Appenzell)