Bell’ambiente allo sCOOL Cup di Sciaffusa


All’arrivo dello sCOOL-Cup di Sciaffusa c’era un ambiente, come si vede raramente durante le CO normali. Non importava se i partecipanti erano veloci o se hanno pascolato a tanti punti – erano incitati fino al loro arrivo da genitori, amici, compagni e docenti.

Foto

pdf Classifica

L’agitazione nell‘area Breitenau era enorme alle 15. La maggior parte delle 72 squadre non vedeva l’ora di partire. Hansjörg Herzog dell’OLG Schaffhausen e Alain Denzler della squadra nazionale juniori erano impegnatissimi a tenere a bada i ragazzi alla partenza e permettere di partire regolarmente. Per poter tenere sotto controllo la nervosità è stato deciso di anticipare la partenza. Poco dopo la partenza però  i “consiglieri”   Pascal Haas, Martina e Ladina Feucht sono stati messi sotto pressione per spiegare ai ragazzi come tenere orientata la carta e mostrare loro la direzione del primo punto. Nonostante fossero stati istruiti prima della gara, non funzionava tutto come previsto, ma almeno nell’area Brittnau, ben delimitata, non poteva capitare niente di particolare, e nessuno si è perso!
 
Roger Zehnder ha preso il testimone di tracciatore da Priska Ringli. Sulla carta sono stati disegnati i lampioni, così c’erano nuovi luoghi per posare le lanterne. Zehnder: “Considerato che partenza e arrivo sono dati, non c’è niente di particolarmente nuovo, ma i ragazzi che conoscono un pochino la zona, erano sicuramente avvantaggiati.” Ma purtroppo alcune squadre non sono state classificate, perché avendo molti punti da trovare, il pericolo di lasciarne via uno, era molto alto. Una volta arrivati all’arrivo, non si può più tornare indietro: gli errori non si possono rimediare!

Alain Denzler di Truttikon, al momento il più forte juniore della Svizzera, ha corso alla fine e il suo tempo era di 9’31”. Paragonando i tempi, Dominic Berger e Marco Vögtle della scuola Gräfle, hanno ottenuto un ottimo tempo con 13’21”. Con questo tempo e come nuovi campioni sciaffusani si sono qualificati per la Giornata Sportiva Svizzera di Zurigo di inizio giugno. Lo juniore sciaffusano Pascal Haas ha ottenuto un tempo superiore solo di 7” a quello di Denzler, una prestazione eccezionale, ma bisogna pur dire che conosce la zona benissimo dopo gli innumerevoli allenamenti fatti con questa carta.

Tra le ragazze nella categoria A (7.-9. anno scolastico) c’era purtroppo solo una squadra alla partenza. Anina Berger  e Larina Kohler, pure loro della scuola Gräfle, hanno ottenuto un buon tempo  e sono diventate campionesse scolastiche.
Il commento di Alain Denzler sul terreno di gara :  “In Svizzera ci sono pochi posti dove durante una sprint puoi correre esattamente sulla riga che unisce due punti percorrendo perciò il percorso ideale. Qui era possibile.“  Denzler ha poi consegnato le medaglie ai vincitori della varie categorie sCOOL e i distintivi per le migliori  squadre sciaffusane. I partecipanti gli hanno promesso di tenere i pungi in luglio quando sarà al via ai campionati del mondo juniori , nella speranza che sarà lui, che potrà ricevere la medaglia. Lui ha ammesso non ha mai partecipato ad una manifestazione sCOOL. “Quando ho iniziato con la C.O., questo progetto non c’era ancora. Oggi sono qui e sono molto felice di poter esserci.”

Per i vincitori della categoria 5./6. Classe quest’anno c’è la possibilità di partecipare alla finale svizzera a Losanna. Possono andare ai campionati del mondo, partecipare ad una manifestazione sCOOL, guardare la gara sprint e poi fare i portabandiera alla cerimonia d’apertura.  Claudio Sanitz e Lukas Buchmann come pure Lena Netzhammer  e Saskia Zürcher della scuola Lohn possono iniziare a sognare questo viaggio. I maschi sono diventati campioni sciaffusani e vincitori dello sCOOL Cup, le ragazze invece hanno vinto solo il titolo sciaffusano, perché vincitrici dello sCOOL Cup sono state delle squadre di  Dachsen e Uhwiesen - soprattutto Annick Meister e Emma Jürgen che hanno dominato la categoria.

Lo  sCOOL-Cup sciaffusano ha sempre un tocco internazionale: la International Scool of Schaffhausen ISSH porta la maggior parte dei partecipanti. Alain Denzler: “Non è sempre stato facile capire quale lingua parlare con i ragazzi!” La capo-gara Doris Zehnder ha preparato appositamente per loro una descrizione punti in inglese!  I vincitori delle classi 3./4. Sono stati Kai Johnston e Demiral Deniz della ISSH  tra i maschietti, e tra le bambine hanno vinto Nelly Bühl con Laura Beetschen, orientiste esperte, della scuola Breite.

Un’altra tradizione dello sCOOL Cup sciaffusano è l’entrata gratuita alla piscina coperta dopo la manifestazione, prima della premiazione. L’edizione 2012 è stato un successone come quella dell’anno precedente! 

(Beat Meier)