Idilliaca C.O. al lago


Il panorama della sCOOL Cuop di Lucerna non oteva essere più bello – di conseguenza i partecipanti erano molto motivati.

Foto
pdf Classifica qualifiche
pdf Classifica finale

A partire dalle 8 sono arrivati i primi dei 179 partecipanti dello sCOOL Cup sul sedime del liceo Alpenquai. Il nome della scuola era già un programma: tra il Pilatus e il Lago dei 4 Cantoni c’era un terreno di gara perfetto. L’atleta di punta Isabelle Feer ha rilevato e preparato la carta della zona nell’ambito del suo lavoro di maturità. Lei era naturalmente un po’ tesa e aspettava il feed-back dei partecipanti. “Oggi va in scena la prima” diceva orgogliosa. Assieme a Patrik Wägeli ha diretto il riscaldamento e Andreas Kyburz con la sua energia ha svegliato i ragazzi ancora addormentati.

La gara poi ha svegliato anche le ultime gambe stanche. Andreas Kyburz si è appostato su una collinetta e aiutava chi proprio non sapeva come andare avanti.
Le coppie migliori delle 83 partite, in tarda mattinata hanno corso ancora la finale, sempre con appassionati della tintarella, passanti, anatre, cigni come spettatori. Non c’erano partecipanti del liceo Alpenquai: semplicemente perché si svolgeva la settima di autogestione e perciò il sedime scolastico era libero. Ma il capo-gara Emil Kimmig ha constatato che gli sCOOL Cups organizzati in campagna hanno sempre più partecipanti di quelli in città. “Quando eravamo nell’Entlebuch, tutte le scuole della regione hanno partecipato.” Questa volta non mancava solo il liceo Alpenquai, nessuna scuola della città si è iscritta.